Regione Basilicata presenta

Tecnologie

Diga di Monte Cotugno

La diga di Monte Cotugno è una diga costruita negli anni tra il 1970 e il 1982 nel territorio del comune di Senise (PZ) lungo il corso del fiume Sinni. È la più grande diga d'Europa in terra battuta. Il muro della diga misura in lunghezza 1850 m in altezza 60 m, è largo alla base 260 m. La capacità massima di 530 milioni di m³ ne fa la maggiore delle dighe italiane. Entrata in funzione nel 1983 sbarra il corso del fiume Sinni nel punto in cui il letto del fiume si restringe, in corrispondenza di una quota di fondo alveo pari a 194.00 m s.l.m.. La diga è stata progettata per sfruttare l'uso plurimo della risorsa idrica. L’acqua è prelevata dal Consorzio di Bonifica di Bradano e Metaponto, mediante un impianto di sollevamento posto a valle dello sbarramento e attraverso le derivazioni irrigue del materano e del tarantino, poste lungo il tracciato dell’adduttore del Sinni che si sviluppa per 145 km. L’adduttrice è caratterizzata da un diametro di 3 m ed è in grado di vettoriare circa 19 m³/s di acqua che, oltre alle utenze irrigue, alimenta anche quelle potabili di Basilicata e Puglia, l’impianto di potabilizzazione di Parco del Marchese, oltre a garantire l’approvvigionamento industriale dell’ILVA di Taranto. Il lago viene anche utilizzata per disputare gare di canottaggio a livello nazionale e internazionale.

Telefono

+39 097135569

Indirizzo

Lago di Monte Cotugno

Comune

SENISE

Campo Applicazione

Ingegneria Idraulica

Sottocampo Applicazione

invasi

Copyright © Regione Basilicata.

Descrizione del progetto   Privacy

0