Regione Basilicata presenta

Tecnologie

Acquedotto del Frida

Costruito negli anni ‘60-’70, lo schema è costituito da una condotta maestra, che ha origine dalle sorgenti poste alle falde del Monte Pollino nel comune di San Severino Lucano e termina a Monte Coppola nei pressi di Valsinni da cui scaturiscono due diramazioni che vanno ad approvvigionare i comuni dell’area. L’acquedotto complessivamente ha una lunghezza di circa 500 chilometri, serve 114.000 abitanti distribuiti in 33 comuni tra la zona del materano e del pollino lagonegrese. Nel 2014 sono state realizzate nuove opere comprendenti 36 chilometri di nuove condotte adduttrici e di opere d’arte minori al fine di garantire un’ottimale funzionalità anche in caso di guasti sullo schema e a ridurre il numero di interruzioni idriche. Strategico, inoltre il tratto di circa 15 chilometri di condotte (già in esercizio) che parte dal by-pass Salandrella e arriva al Serbatoio di accumulo di collina di Ferrandina (in esercizio dal 2014) che permetterà di aumentare la capacità di adduzione della risorsa idrica verso la zona nord dello schema. Di notevole importanza anche la costruzione dei due nuovi serbatoi: quello di Ferrandina - Collina Gesù Cristo - (5.000 metri cubi) e quello di San Mauro Forte - Bosco Garaguso – (10.000 metri cubi) che andranno ad incrementare la riserva dei serbatoi di linea dello schema acquedottistico. Entrambe le opere, infatti, garantiranno un incremento di accumulo della risorsa idrica e la razionalizzazione della sua distribuzione.

Telefono

+39 0971392111

Indirizzo

Via Pasquale Grippo

Comune

SAN SEVERINO LUCANO

Campo Applicazione

Ingegneria Idraulica

Sottocampo Applicazione

invasi

Copyright © Regione Basilicata.

Descrizione del progetto   Privacy

0